Gianluca Bulega

Non ancora quarantenne, Gianluca bulega ha già alle spalle una lunga storia di moda intuitiva, estrosa, a tratti persino geniale. La laurea, nel giugno del 1994, all’istituto Europeo di Design di Milano con una tesi redatta con la collaborazione di Roberto Capucci e uno stage sul costume teatrale alla Scala di Milano, formano le basi dalle quali è partito il suo lavoro creativo.

L’influsso di Robero Capucci è rivelato dalla concezione scultorea di alcuni suoi abiti da sera che hanno incantato (e vestito) la raffinata grazia di giovani principesse europee e sofisticate signore del jet set. La sua vocazione stilistico/artistica è stata confermata anche dalle ottime recensioni che il noto critico d’arte Bonito Olivia ha dedicato agli Abiti Tricolore di Gianluca bulega, esposti nel maggio del 1997 al Museo di Arte Contemporanea di Bologna.

La creatività di Bulega spesso percorre i tempi delle mode correnti, come - ad esempio - lo studio e la progettazione del suo abito jeans-couture esposto dal 1994 alla Biennale della di Barcellona: un’idea - qualla del jeans-couture - solo recentemente ripresa da molti stilisti internazionali. Tanti gli input lanciati da Gianluca Bulega sulle passerelle dell’Alta moda di Roma, dove tra le Favole di Andersen (gennaio ‘97), Lady D (gennaio ’98) ed Ertè (gennaio ‘99), le sue ispirazioni d’arte si divertirono a giocare con quelle pudiche nudità che allora fecero sospirare i soliti benpensanti ma che, in seguito, vennero massicciamente riprese con meno pudicità, sulle passerelle di tutto il mondo.

Poi tanti altri riconoscimenti per il suo lavoro continuamente ispirato all’arte: memorabile, tra le altre, la sfilata che Bulega dedicò ai quadri di Toulouse Lautrec e che ebbe, quale prestigioso scenario, le splendide sale dell’antico Palazzo Marchi di Parma.

Le sue molte collaborazioni stilistiche - con i Soul to Soul; con la Creola Couture di Dubai; quale direttore artistico per Baratta; con le Hemmonds per la linea Burberry’s London E1; per la Fondazione Arturo Toscanini con i costumi teatrali di Luisa Miller ecc. - lo hanno reso noto negli ambienti internazionali per la peculiare capacità di assorbire, interpretare e ricreare in un abito - o in un costume teatrale - lo spirito e gli umori del tempo che era, che è...e che verrà.

Scelto dalla Camera Nazionale della Moda Italiana ( Marzo 1998), per rappresentare l'alta moda italiana nel mondo durante l'apertura della London Fashion week.

Oggi crea una linea di profumi estremamente ricercata, con una specifica volontà trasporre in una fragranza la cultura dell'alta moda attraverso la ricercatezza nei dettagli, l'artigianalità o l'unicità che qui ritroviamo negli estratti in edizione limitata.

Gianluca Bulega Couture snc | c.so Emilia, 35 | 10152 | Turin | Italy | P.iva 10247140014 | Tel./Fax: 011.5361492 | info@bulega.com | office@bulega.com